FAQ

Sono titolare di un’azienda che non ha né dipendenti né collaboratori. E’ obbligatorio frequentare corsi per la sicurezza sul lavoro?

NO! Non è obbligatorio.


Nella società di capitali siamo due soci: un socio solo di capitali e l’altro anche socio d’opera. Siamo obbligati a frequentare corsi di sicurezza sul lavoro?

NO! Nessun dei due è obbligato a seguirli in quanto in azienda non vi è nessun lavoratore oltre al socio che è anche titolare dell’azienda.


In quanto titolare di un negozio (senza dipendenti né collaboratori) è obbligatorio frequentare corsi per la sicurezza sui luoghi di lavoro?

NO! Non è obbligatorio, ma essendo un’attività al pubblico sarebbe opportuno istituire il servizio di prevenzione e sicurezza per garantire la sicurezza sul luogo di lavoro. Quindi risulta opportuno frequentare i corsi RSPP/DLSPP


In una snc formata da due soci, senza dipendenti, è obbligatoria la frequenza ai corsi di sicurezza?

Sì! In quanto in soci sono considerati titolari e lavoratori e quindi vi è l’obbligo di frequentare tutti i corsi.


In una Microimpresa quali corsi sono obbligatori?

    Secondo il D Lgs 81/08 riguardante la Salute e la Sicurezza i corsi obbligatori sono:

  • RSPP, che se attuato dal titolare si definisce DLSPP
  • API ovvero addetto alla Prevenzione Incendi che può essere svolto dal titolare o da un lavoratore
  • APS ovvero Addetto al Primo Soccorso che può essere svolto dal titolare o da un lavoratore
  • RLS ovvero Responsabile dei Lavoratori per la sicurezza che viene svolto da un lavoratore
  • ASPP ovvero Addetto al Servizio di Protezione e Prevenzione che viene svolto da un lavoratore
  • Formazione dei lavoratori da svolgersi da parte di tutti i lavoratori
  • Preposto da svolgersi da coloro che anche solo di fatto hanno mansioni di coordinamento e/o controllo verso i lavoratori anche senza nomina formale
    Per quanto attiene la privacy D.Lgs 196/03

  • Responsabile del trattamento dei dati (sensibili e/o non sensibili)
  • Addetto al trattamento dei dati (sensibili e/o non sensibili)

Se vi è un solo lavoratore deve comunque essere nominato l’RLS? E se questi non accetta la nomina?

Sì! Per tutte le aziende vige l’obbligo di nomina. Nel caso in cui il lavoratore non accetti né la nomina né di frequentare il corso RLS, il Datore di lavoro, secondo quanto previsto dall’art. 48 del D Lgs 81/2008, dovrà versare, per ogni suo dipendente, un contributo pari a due ore lavorative annue e attivare la procedura in modo che le funzioni di RLS vengano svolte da un RLST.


Nella nostra ditta individuale, composta da tre piccoli negozi, operano in uno il titolare mentre negli altri due il commesso. Quali corsi abbiamo l’obbligo di seguire?

I corsi da seguire sono quelli obbligatori per legge, e i corsi per il Responsabile Dati e per ogni addetto che li tratta (Archiviazione, Fatturazione, Ordini, ecc…). Inoltre è consigliato che per ogni unità operativa esistessero le seguenti figure: ASPP (in assenza in tale unità dell’RSPP/DLSPP), API- ASP svolte ovviamente dalla medesima persona.


In una ditta con sei dipendenti quanti addetti API e APS sono necessari?

Il minimo consentito è di tre addetti API e di tre addetti APS, anche con doppia funzione.Se le unità operative sono più di una è opportuno che presso ciascuna sede operativa sia presente almeno un membro con incarico API e APS.


In un’impresa artigianale con 14 dipendenti quali sono i criteri che stabiliscono chi è dirigente e chi è preposto?

E’ da considerarsi Dirigente colui che, anche senza incarico formale, svolge funzioni di direzione, guida e di comando; Preposto è colui che svolge funzioni di coordinamento e controllo, anche senza incarico formale. Dirigenti e Preposti sono tenuti, anche nel loro interesse, alla frequenza ai corsi previsti.


C’è un corso specifico per il dipendente che movimenta manualmente dei carichi e conduce anche un carrello elevatore?

Sì! Attraverso il corso di carrelli elevatori semimoventi.